Nuova procedura richiesta cittadinanza

cittadinanza

15 apr Nuova procedura richiesta cittadinanza

Fine ai lunghissimi tempi per ottenere la cittadinanza, nuova procedura all’orizzonte!

Basta appuntamenti in prefettura. stop alle lunghe attese. dal 18 maggio prossimo debutta il nuovo canale informativo messo a punto dal dipartimento per la Libertà Civile e l’Immigrazione direzione centrale per i Diritti Civili, la cittadinanza e le minoranze.

In qualche provincia, il nuovo sistema debutterà prima: ad Alessandria, Aquila, Cuneo, Firenze, Mantova, Modena e Novara, ad esempio, si accetteranno domande di cittadinanza online dal primo aprile e dal primo maggio.

Ogni aspirante cittadino italiano compilerà la domanda collegandosi ad un’area riservata del ministero dell’interno, utilizzando le credenziali d’accesso ricevute registrandosi e le trasmetterà in formato elettronico, insieme ad un documento di riconoscimento, gli atti formati dalle autorità del Paese di origine (atto di nascita e certificato penale) e la ricevuta di pagamento del contributo di 200 euro.

Il nuovo canale interattivo semplifica le procedure d’acquisto e concessione della cittadinanza, percorso più agevole e snellimento della fase di inserimento nel sistema informatico “Sicitt”. Alfano afferma che gli uffici verranno rafforzati di 30 unità impegnate nell’istruttoria delle domande, ma non è dato sapere quanti impiegati del Viminale siano stati effettivamente destinati a questo nuovo compito.

Sarà semplice come sembra l’inserimento dei dati nel nuovo canale? Su questo punto dovremmo fare una riflessione, anche se si prospetta qualcosa di innovativo e funzionale dobbiamo tener conto di quelle persone che anche se nell’era tecnologica hanno poca dimestichezza con il web e la tecnologia in generale. Ovviamente non tutti avranno problemi di tecnologia. Sorge – comunque – spontanea la domanda: come faranno coloro che non hanno famigliarità con Internet a poter inviare la loro domanda? Sicuramente i primi consulenti saranno i figli delle seconde generazioni che dovranno star dietro alla pratica elettronica, in secondo luogo i patronati, e infine gli avvocati esperti d’immigrazione.

Per agevolare la pratica, è stata creata anche l’Applicazione “InfoStranieri” sia per Android e iOS che si basa su una serie di informazioni ben organizzate che offrono supporto online per facilitare la soluzione di tutti i principali problemi burocratici. Il progetto è stato ideato nel 2014 da Bashkim Sejdiu, un trentunenne kosovaro che da oltre dieci anni offre servizi di assistenza burocratica agli
altri stranieri che vivono in Italia.

Lo scopo dell’applicazione è quello di rispondere alle esigenze di tutti gli stranieri regolari costretti a vivere l’incubo di dover adempiere a tutta una serie di requisiti burocratici particolarmente complessi, dispendiosi in termini di tempo e per di più in un Paese del quale stanno ancora imparando la lingua. Non solo! L’app si rivolge anche ai bisogni dello Stato Italiano che necessita di personale straniero regolare e pertanto trarrebbe molto giovamento dalla semplificazione degli adempimenti.

ATTENZIONE: dal 18 giugno 2015 verranno accettate esclusivamente le domande per la richiesta della cittadinanza italiana presentate on-line.

Il sito: Anche l’associazione Asso Albania fornirà assistenza gratuita alle famiglie per sostenere la
domanda di cittadinanza italiana.

Aida Cikalleshi