Turismo

turismo albania

L’Albania è passata dall’essere il paese più sconosciuto e chiuso d’Europa, ad un metà sempre più ambita per turismo e valorizzazione culturale.

 

La coesistenza tra un unica eredità storica e culturale e un ambiente naturale ricco e selvaggio offre all’Albania l’opportunità unica di sviluppare il settore turistico e valorizzare la propria storia e cultura che risale agli Illiri, fratello degli Etruschi, a Skanderbeg, l’Athleta Christi, salvatore della cristianità del XV secolo .

 

Oggigiorno il turismo culturale, basato sulla valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, si identifica come un turismo sostenibile, un’ottima soluzione al turismo di massa che produce invece effetti negativi, come il numero elevato di visitatori e la concentrazione preferenziale di attività turistiche in aree limitate.

Alla scoperta dell’Albania
Mare, Natura e Cultura

 

In un angolo nascosto del vecchio continente si trova un piccolo paese, raggiungibile con un’ora e mezzo di aereo o una notte in traghetto, ricco di storia, cultura e paesaggi mozzafiato, chiamato Albania. Seppur segnato dalle ferite procurate dai regimi dittatoriali e dalla povertà degli anni passati, oggi troviamo un territorio straordinario sia dal punto di vista geografico, archeologico che dal punto di vista storico culturale.

 

Questa penisola situata nel sud-est dell’Europa confina con il Montenegro, la repubblica del Kosovo, Macedonia e Grecia. Conosciuto anche come ” il Paese delle Aquile”, un paesaggio balcanico legato a tradizioni secolari, ad abiti e balli tradizionali e al cibo misto tra greco –albanese –turco. Immerso nella natura ancora incontaminata, con spiagge bellissime, acque cristalline, boschi fitti e verdissimi montagne. In questo paese aperto convivono pacificamente mussulmani, cattolici e ortodossi dalle antiche moschee e chiese. Degno di essere visitato, questo piccolo grande paese offre a ognuno la propria oasi!

 

Da Scutari scendendo fino a Saranda,un breve itinerario per chi ama il mare, la natura e la cultura.

scutari-3

 Scutari: “Shkoder” in lingua albanese, è una città del nord occidentale del paese, situato vicino al lago omonimo, lungo la strada che conduce e confina con  Montenegro. Città antica con vecchie case caratteristiche in legno e motivi tradizionali. Vicino alla città si trova il castello di “Rozafa” costruito su una collina rocciosa, da dove è possibile ammirare attraenti vedute.

Al soggiorno a Scutari, si possono aggiungere e visitare le alpi albanesi oltre a: :
Il museo storico
I museo del castello di Rozafa
La moschea di Piombo
La chiesa di Shirgji
Le rovine d’Iliriane di Gajtan

E soprattutto scorrere lungo il fiume Buna, fino a raggiungere il mare Adriatico.

valona

Valona: Città marittima situata sulle rive del mar adriatico, non è solo uno dei principali porti dell’Albania, dopo quello di Durazzo, ma ha anche una grande importanza storica, è proprio qui che nel 1912 l’assemblea Nazionale ha proclamato l’indipendenza dell’Albania e vi ha fondato il primo governo nazionale diretto da Ismail Qemali. Negli ultimi anni ha avuto un grande sviluppo nel settore turistico, su una collina sopra la città si trova ” Kuz Baba” un posto religioso, da dove si può vedere la spiaggia e l’intera città.

Alcuni suggerimenti di posti storici da visitare, oltre a fare il bagno nelle acque cristalline di questa città, sono:
Il museo etnografico
Il museo storico
La moschea di Muradie
Il castello di Kanina
Le rovine del castello di Himara
Il teatro antico d’Orikum
le rovine della chiesa di santa maria
il museo archeologico d’Appolonia

tirana-3

Tirana: Capitale dell’Albania dal 1920, fondata nel 1614 ma che inizia a svilupparsi solo all’inizio del diciottesimo secolo. Centro politico ed economico, è la città più popolata dell’Albania. Tirana sta diventando sempre più moderna e turistica, ai piedi della Montagna Dajti e a 20 minuti dal mare e offre una carrellata di musei, moschee, chiese, piazze e attrattività notturne che negli ultimi anni hanno fatto di Tirana una delle città più visitate dell’Albania.

 

Al centro nella piazza più importante si trova la statua del grande eroe nazionale “Skenderbeg”, famoso per aver combattuto contro l’impero turco per oltre 20 anni, e di aver fermato l’invasione ottomana diretta a Roma. Merito che gli valse il titolo di Athleta Christi da Papa Calisto III.

 

In questa piazza si trova anche la torre dell’orologio, la moschea Et’hem Bey una delle costruzioni più antiche assolutamente degni di essere viste. Altri importanti posti da visitare sono:
Il teatro dell’opera e della danza di Tirana
La fortezza di Preza e quella di Petrela
Il palazzo della cultura, dei congressi
Il museo storico Nazionale
La tomba di kapllan Pasha
Il museo delle scienze naturali

A questi pochi posti selezioni ne nominiamo altri, quali:
Kruja, Korca, Pogradec, Argirocastro, Dhermi, Berat, Tepelena,

 

Tutti posti raggiungibili con l’auto o con il camper, infatti nella maggior parte di questi bellissimi luoghi turistici si trovano Hotel, ristoranti e strutture adatte ad ogni esigenza.
Scoprire l’Albania sarà un’avventura più che indimenticabile!
Buon viaggio!

durazzo

Durazzo: Seconda più grande città dell’Albania, fondata da colonizzatori greci di Corinto e Corfù nel 627 a.C. L’anfiteatro è il suo più importante monumento; ha una capienza di 15.000 spettatori ed è il più grande dei Balcani. Fra il primo e il terzo secolo e ancor oggi, Durazzo ha il porto tra i più importanti importante nei Balcani. Dopo tantissimi terremoti, una gran parte dell’antica Durazzo è affondata nel mare successivamente costruita sopra le rovine.

Oggi la città è conosciuta per la vicina spiaggia e per le calde acque marine.
Suggerimenti:
Il Museo Archeologico
L’Anfiteatro
Forum bizantino
Le Torri Veneziane
I muri del castello
L’Esibizione della Cultura Folcloristica
I muri antichi della città
Il mosaico d’Arapaj, villaggio d’Arapaj

 

saranda

Saranda: La bella città di Saranda  si trova nell’estremo sud dell’Albania ed offre un’atmosfera particolare ed uno stile unico nel suo genere.
Situata davanti all’isola greca di Corfù, Saranda è visitata per gran parte da turisti per godersi le sue bellissime spiagge con acqua limpida e i suoi musei. Spesso questo luogo viene scelto dalle coppie in “luna di miele” proprio per il suo clima così romantico.

Vicino Saranda ci sono le rovine dell’antica città di Butrinti ed il parco con la fonte di “Occhio Blu”.
Da vedere:
Il Museo Etnografico
Il Museo Archeologico di Butrinti
Le rovine della città antica d’Onhezmi
Il tempio antico ed altre rovine di Foinike
Il piccolo castello d’Ali Pasha
Il Sito Archeologico di Butrinti
La Chiesa di San Kolli

Fonti internazionali che propongono la meta : Albania

 

Il New York Times nel 2014 ha decretato un piccolo Stato dell’Europa meridionale al # 4 su 52 destinazioni tra le migliori nel mondo. (Fonte: New York Times – Le migliori destinazioni 2014 in tutto il mondo).

 

L’Albania  ha convinto la giuria grazie a: paesaggi onirici, spiagge e natura incontaminata, un popolo ospitale, prezzi economici, ricchezza culturale, storia e tradizione, molte possibilità di escursioni, ottime offerte per la vita notturna.

 

Secondo l’ Organizzazione Mondiale per il Turismo (UNTWO) già 3 milioni di turisti stranieri hanno seguito il consiglio del New York Times nel 2014 con un incremento del 23% rispetto al 2013

 

Il Segretario Generale della UNTWO, Taleb Rifai, ha definito l’Albania un paese con un altissimo potenziale attrattivo dal punto di vista turistico specialmente per la sue natura incontaminata e le spiagge selvagge. Inoltre la storia e cultura del paese rimangono ancora sconosciute alla maggior parte dei viaggiatori, rendendola una meta ancora misteriosa e da scoprire

 

Link utili: Agenzia nazionale del turismo

 

Altre fonti Altre fonti